Tra poco uscirà la nuova espansione di KeyforgeMutazione di Massa“. Se siete incuriositi da questo gioco, potrebbe essere l’occasione per cedere alla tentazione e acquistare il vostro primo mazzo.

É sicuramente una cosa intrigante sapere di avere in mano un mazzo unico al mondo, ma vi fa porre anche alcune domande: “Come faccio a sapere quali sono le caratteristiche uniche del mio mazzo?”.

Oppure “Quali strategie di gioco meglio si adattano al mio mazzo?”

Eh si, perché questo é il bello e lo strano di Keyforge.

Ogni mazzo é unico, il che significa anche che ogni mazzo fa capitolo a se in gioco e sulle strategie ottimali da portare avanti.

Se siete giocatori di lunga data, avrete giá gli strumenti per poter analizzare un mazzo fresco, tuttavia se siete nuovi al gioco questa condizione vi puó confondere un pochino.

Partiamo dalle basi: come nella maggior parte dei giochi di carte collezionabili, una partita a Keyforge é influenzata principalmente da 3 fattori:

1) la fortuna nella pesca,

2) la bravura del giocatore,

3) la forza del mazzo.

Se per la prima non possiamo fare nulla, per le altre due possiamo invece intervenire.

Partiamo dal nostro mazzo. Innanzitutto è utile sapere che esistono diversi siti che analizzano i mazzi di Keyforge sotto diverse voci e che ci possono aiutare a capirne la sua composizione.

Per poter vedere il proprio mazzo all’interno di questi siti dobbiamo prima di tutto registrarlo sul sito ufficiale www.keyforgegame.com

Una volta fatto questo passo, possiamo richiamare il nostro mazzo altrove, tra cui anche il famoso thecrucible.online dove é possibile giocare online a Keyforge con giocatori da tutto il mondo.

Un primo sito che ci sentiamo di citare é aember-forge.com, il quale scompone i mazzi sotto varie voci, aiutandoci ad analizzarne le caratteristiche e la composizione specifica di ogni mazzo.

Un secondo sito di analisi dei mazzi (e forse anche uno dei piú famosi ed utilizzati in questo momento) é decksofkeyforge.com, dove oltre ad studiare il mazzo sotto varie voci tenta anche di dare una valutazione complessiva del mazzo tramite un voto finale chiamato SAS.

La valutazione SAS – come tutti gli altri tentativi in questo senso – ha sicuramente i suoi limiti: alcune voci sono stimate rendendo la valutazione soggettiva, non considera i diversi stili di gioco, e per quanto tiene conto di possibili sinergie tra carte, non riesce a valutare tutte le possibili combo interne.

Diciamolo chiaramente: riassumere in un numero tutte le interazioni e tutte le possibilitá di un mazzo di Keyforge è veramente difficile, se non impossibile. Tuttavia quello di decksofkeyforge.com é anche uno dei tentativi piú interessanti e completi in questa direzione.

É infatti indubbio che mazzi con valutazioni SAS piú alte sono spesso anche i mazzi piú competitivi in partita, e gradualmente il voto SAS sta diventando il riferimento di mercato per la valutazione dei mazzi di Keyforge.

In linea di massima considerate un voto SAS come:

50 = mazzo scarso

60 = mazzo medio

70 = mazzo buono

80 = mazzo forte

Per quanto i siti elencati qui sopra hanno una loro utilitá e ci offrono molte statistiche sui mazzi, non ci aiutano peró nel concreto a portare avanti una partita: a capire quali combinazioni si possono sfruttare, o piú in generale, a sviluppare delle strategie di gioco personalizzate.

Ecco dove entriamo noi 🙂

Nei prossimi articoli vogliamo guidarvi mano nella mano attraverso le vostre prime partite e indicarvi alcune strategie di base che vi aiuteranno a condurre il gioco… e possibilmente alla vittoria.

Sopratutto vedremo come analizzare un mazzo nuovo di zecca per scoprire quali sono i suoi punti di forza, poter mettere insieme le prime combo e studiare delle strategie personalizzate.

a settimana prossima per la descrzione delle 9 case di keyforge